Informative

Split payment nuove regole dal 1 luglio | info n.29/2017

Download

Da luglio cambiano le nuove regole sullo split payment e saranno oltre 29.000 i soggetti che al momento del pagamento della fattura dovranno trattenere l’Iva. Il Decreto del Ministero dell’economia e delle finanze emanato il 27 giungo scorso ha chiarito le nuove regole.

Si tratta delle fatture emesse nei confronti delle amministrazioni pubbliche individuate dall’articolo 1 comma 2 della legge n. 196/2009, dalle società controllate dalla presidenza del Consiglio dei ministri, dai ministeri, dalle Regioni, dalle Province, dai Comuni, dalle città metropolitane e dalle unioni dei Comuni, dalle società da esse controllate e dalle società quotate nel listino Fitse Mib, consultabili al seguente link

http://www.finanze.it/opencms/it/fiscalita-nazionale/Manovra-di-Bilancio-2017/Scissione-dei-Pagamenti-d.l.-n.-50_2017

Le nuove disposizioni riguardano tutti i soggetti, professionisti e non, che emettono fatture per vendita di beni e prestazioni di servizi ad amministrazioni pubbliche e alle Società comprese negli elenchi pubblicati dal Dipartimento delle Finanze.

L’Iva dovrà essere esposta nelle fatture emesse a questi soggetti e dovrà essere annotata nel registro IVA vendite ma non si dovrà considerare nella liquidazione periodica bensì la stessa dovrà essere trattenuta e versata da parte del cliente.

Ne consegue che le somme incassate saranno al netto dell’IVA e nel caso l’emittente sia un professionista l’incasso sarà sia al netto dell’IVA che della ritenuta.

Nelle fatture emesse a favore di questi soggetti si dovrà riportare la dicitura “scissione di pagamento”.

In caso di dubbio e al fine di evitare che l’IVA sulla fattura venga detratta e poi non incassata in applicazione dello split payment, si consiglia di chiedere al proprio cliente conferma circa la sua appartenenza alle categorie interessate.

Segnaliamo infine che i soggetti interessati possono segnalare, entro il giorno 6 luglio 2017, eventuali mancate o errate inclusioni negli elenchi al Dipartimento delle finanze, che provvederà prontamente alla revisione degli elenchi stessi. Le segnalazioni dovranno essere trasmesse alla seguente casella di posta elettronica: ti.ez1527245036nanif1527245036@50ff1527245036u.gd.1527245036fd1527245036

 

 

 

 

Ultime news

Informative

Privacy, il nuovo GDPR sta per entrare in vigore | info n. 19/2018

Dal 25 maggio sarà totalmente applicabile il nuovo Regolamento Europeo in materia di protezione dei dati ed essendo un Regolamento Europeo è inutile attendersi proroghe o deroghe.
Occorre adeguarsi

Vai alla news
Informative

Nuovi termini per la detrazione IVA | info n. 13/2018

Per non perdere la detrazione dell’IVA, le fatture ricevute nel 2017 devono essere registrate entro il 30 aprile.
Riassumiamo la novità con le regole da seguire per non perdere l’IVA

Vai alla news
Eventi

INCONTRO FORMATIVO: Regolamento Europeo in Materia di Protezione dei Dati

La partecipazione all’evento è gratuita!
Vi invitiamo a confermare la vostra presenza entro il 19 gennaio 2018
inviando la scheda di partecipazione a: ti.iz1527245036zopoi1527245036duts@1527245036izzop1527245036oidut1527245036s1527245036

Vai alla news